thumbnail Ciao,

Accade nella Championship inglese: il giocatore degli 'Owls' riceve un doppio giallo contro l'Huddersfield Town ma non viene cacciato per una svista del direttore di gara.

Ha del clamoroso quanto accaduto ieri in Inghilterra: durante la gara tra l'Huddersfield Town e lo Sheffield Wednesday un giocatore ospite, il francese Jeremy Helan, è stato punito per due volte con il cartellino giallo senza essere però cacciato dal campo.

Siamo in Championship, serie B inglese. Il centrocampista degli 'Owls', 20 anni, in prestito al Wednesday dal Manchester City, viene ammonito una prima volta dopo 8 minuti per simulazione. Poi, al 25', il secondo giallo comminatogli dal direttore di gara, il signor Mick Russell.

A quel punto, però, l'arbitro è vittima di un clamoroso abbaglio: aveva sbagliato nello scrivere il numero di Helan sul proprio taccuino in occasione della prima ammonizione, e per questo non espelle il giocatore dopo la seconda, provocando le ire del pubblico e dei giocatori di casa.

"Gli assistenti e il quarto uomo avrebbero dovuto segnalare l'errore all'arbitro - dice Simon Grayson, manager del Town - Se Helan avesse deciso la partita sarebbe stato un grosso torto. Con il Wednesday in 10 non sarebbe stata per noi garanzia di vittoria, ma ci avrebbe aiutato molto".

Dopo l'episodio, la Football Association e l'associazione degli arbitri inglesi (PGMOL) stanno investigando sull'accaduto. Non è escluso che per Russell venga presa una severa sanzione.

Sullo stesso argomento