thumbnail Ciao,

Mancini si gode uno stoico Manchester City: "Ci batteremo fino alla fine per il titolo. Rosso a Nasri? Faremo ricorso..."

Il tecnico dei 'Citizens' non ha digerito l'espulsione di Nasri: "Samir non ha fatto nulla, non riesco a capire il motivo di tale decisione. Il guardalinee non poteva vedere".

La vittoria sul difficile campo del Norwich ha restituito fiducia al Manchester City di Roberto Mancini. Il 4-3 finale in inferiorità numerica ha riempito d'orgoglio il 'Mancio', a cui però non è affatto andato giù il rosso diretto a Samir Nasri.

"Non riesco a capire il motivo di tale decisione, dato che Samir non ha fatto nulla
- ha detto in conferenza stampa - . Ha staccato di testa come il suo avversario, quindi entrambi meritavano l’espulsione se doveva esserci il cartellino rosso. Faremo ricorso, certo, perché il guardalinee era dietro i giocatori e non poteva vedere”.

Ma nonostante ciò i 'Citizens' sono riusciti ad ottenere una grande vittoria: "L’espulsione ha cambiato la partita, con 10 giocatori è difficile giocare e il Norwich è una buona squadra, ma oggi abbiamo dimostrato che siamo in lotta per il titolo e che ci batteremo per vincerlo".

Edin Dzeko ha realizzato una doppietta, ma Mancini loda tutto l'attacco: "Ha segnato due gol importanti e ne sono felice, ma anche Tevez e Aguero hanno giocato bene”.

Con questi tre punti il City rimane comunque a -7 dai cugini del Manchester United, vittorioso 2-0 a Old Trafford contro il West Bromwich.

Sullo stesso argomento