thumbnail Ciao,

Secondo il centrale del Real, per i portoghesi è veramente difficile giocare (o allenare) in Spagna: "Noi siamo stranieri, si vede nei media. Pallone d'oro? A Cristiano o torto".

Etichettato da tempo come uno dei difensori più ostici e fallosi del calcio internazionale, Pepe non fa nulla per evitare tali voci sul suo conto. L'Everest dei suoi interventi killer è l'allegra passeggiata' su Casquero del Getafe, letteralmente calpestato.

"Su di me, in Liga, c'è molta pressione: da quando feci quel fallaccio su Casquero del Getafe nella stagione 2008/2009, sono segnato in tutto il mondo" le parole del lusitano a 'Record'. "C'è ancora chi mi dice che sono un assassino, sono stato perfino tentato di mollare il calcio".

Secondo il centrale del Real Madrid, per i portoghesi è veramente difficile giocare (o allenare) in Spagna: "Noi siamo stranieri, e si vede dalle preferenze dei media. La Spagna non ha mai avuto un giocatore degno del Pallone d'Oro, noi Figo e Cristiano. Lo sentiamo soprattutto quando giochiamo in trasferta, c'è più pressione sui portoghesi, dobbiamo essere preparati".

Si parla di trofei di squadra e personali "Dobbiamo essere realisti: ci troviamo in una situazione molto complicata in Liga, però vincere la decima Champions per noi sarebbe un evento storico. Il Pallone d'Oro? Mi piacerebbe lo vincesse Ronaldo, perchè è un mio amico, perchè ha fatto tanto per il calcio. Non lo vincerà lui, è un torto".

Sullo stesso argomento