thumbnail Ciao,

L'ex fuoriclasse ha lanciato una stilettata al Real: "Mi infastidisce il suo modo di essere, il modo in cui educa i giovani".

Sedici punti di distacco dopo appena 17 turni di campionato. A tanto ammonta il gap del Real Madrid nei confronti del Barcellona nella Liga. Uno svantaggio enorme che ha portato in molti a considerare il torneo come già chiuso a dicembre.

Johan Cruyff, ex fuoriclasse e tecnico dei blaugrana, ha così commentato questa situazione: "C'è una differenza terribile e questa cosa non va bene per la Liga. Forse i tifosi del Barcellona saranno felici, un campionato però si valuta dalle tensioni e le eccitazioni che regala. Qui tutto è già finito invece".

Il Barcellona sta volando nonostante l'addio di Guardiola: "Pep è troppo giovane per smettere. Cosa farà? Nessuno lo sa. Allenare una Nazionale ad esempio, può avere i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi. Per far giocare le sue squadre come desidera, Guardiola ha bisogno di tanti allenamenti, in un club è possibile imporre le proprie idee se si lascia lavorare un allenatore in pace. Se si va in un club che ti dà qualche anno di tempo e dove c'è un presidente che ti lascia carta bianca allora si può imporre la propria visione delle cose".

Infine una stilettata al Real Madrid: "Quello che mi da fastidio del Real di oggi è il suo modo di essere, il modo in cui educa i giovani. Guardate come si comportano i vari Xavi, Iniesta e Messi e capirete di cosa parlo. Sono ragazzi normali, gente di strada".

Sullo stesso argomento