thumbnail Ciao,

Diverse settimane in coma indotto, poi la luce. Ora e' tornato a Las Piedras, nella sua casa, nella sua la citta' in cui nacque, dove sta continuando la riabilitazione.

Sorrisi per Alcides Ghiggia. Le condizioni dell leggendaria ala dell'Uruguay Campione del Mondo 1950, infatti, sono in continuo miglioramento. Classe 1926, lo scorso giugno era stato vittima di un incidente automobilistico.

Fratture scomposte a gambe e braccia, oltre alla perforazione di un polmone e lesioni al bacino e al cranio. A pochi giorni dal suo 86esimo compleanno, l'ex Milan e Roma sta meglio: "Molto. Venerdì ho fatto una passeggiata, ho percorso due isolati e mezzo a piedi, sempre con il deambulatore".

Diverse settimane in coma indotto, poi la luce. Ora e' tornato a Las Piedras, nella sua casa, nella sua la citta' in cui nacque, dove sta continuando la riabilitazione. In Italia dal 1953 al 1962, Ghiggia è stato l'eroe uruguayano e il nemico del Brasile.

Nemico sportivo, visto il goal decisivo nella finale della Coppa del Mondo 1950 al Maracanà, contro una formazione verdeoro stra-favorita (diversi suicidi in giro per il Brasile dopo il k.o). "Solo tre persone sono riuscite a zittire il Maracanã: Frank Sinatra, il Papa e io".

Sullo stesso argomento