thumbnail Ciao,

L'attaccante olandese è stato colpito alla testa da distanza ravvicinata da un pallone scagliato con violenza, a gioco fermo, da Williams, difensore dei gallesi

"Robin Van Persie è fortunato ad essere ancora vivo. Sarebbe potuto morire". E' il commento di Sir Alex Ferguson, che ha duramente censurato il gesto di Ashley Williams, difensore dello Swansea, che ha colpito l'attaccante olandese alla testa, da distanza ravvicinata, scagliandogli contro con violenza un pallone a gioco fermo nei minuti finali della gara del Liberty Stadium, terminata 1-1.

"Dovrebbe essere squalificato a lungo dalla FA - ha dichiarato il manager del Manchester United nel post-partita - perchè questa è la cosa più pericolosa che ho mai visto su un campo di calcio. Robin avrebbe potuto rompersi il collo. E' stato un atto vile. Si è visto chiaramente che avrebbe potuto ucciderlo".

Ferguson se l'è presa anche con l'arbitro Oliver: "Capisco che è un arbitro giovane ma sono deluso dal suo arbitraggio. Nell'episodio di Van Persie hai visto chiaramente l'incidente, è irrispettoso dare a Williams solo un cartellino giallo".

Lo stesso Williams ha poi raccontato anche la sua versione dei fatti: "Ho soltanto spazzato il pallone con frustrazione e sfortunatamente l'ho colpito alla testa e si è arrabbiato. Tutto chiarito alla fine".



Sullo stesso argomento