thumbnail Ciao,

Strano ma vero, stavolta Mancini ha solo parole d'elogio: "Avrà spazio nel City, ritirando l'azione legale si è assunto le sue responsabilità"

In conferenza stampa Mancini ha ricordato i suoi tre anni alla guida del City: "Penso che abbiamo lavorato davvero duramente, non pensavo di vincere subito FA e Premier".

Sembra strano, considerando i tanti rimproveri (a volte giustissimi, a volte meno) nei confronti di Mario Balotelli. Stavolta, però, Roberto Mancini, tecnico del Manchester City è tutto un elogio per il suo attaccante e connazionale.

L'ex Inter, infatti, ha deciso di ritirare l'azione legale intrapresa contro i Citizens accettando la pesante multa inflittagli dal club (due settimane di stipendio, circa 420.000 euro) per indisciplina.

"E' normale che quando uno commette un errore si assuma le sue responsabilità e Mario lo ha fatto. Deve mostrare rispetto per se stesso, non per me, perchè è molto importante".

In futuro, dunque, spazio anche per lui: "Sono il suo allenatore e come per gli altri giocatori, se merita di avere altre occasioni, le avrà. Ma nella prossima gara non ci sarà, è malato. Stamattina è venuto per allenarsi ma non è riuscito a fare nulla".

In conferenza stampa Mancini ha ricordato i suoi tre anni alla guida del City: "Penso che abbiamo lavorato davvero duramente perchè quando sono arrivato non pensavo che in due anni avremmo vinto Premier League ed FA Cup.

Pensavo che per vincere il campionato ci volessero cinque anni, ma abbiamo cambiato le cose in Inghilterra e soprattutto a Manchester dove, da 20-30 anni, lo United vinceva tutto. E se abbiamo cambiato le cose è perchè abbiamo fatto bene anche se abbiamo anche commesso degli errori e dobbiamo continuare a lavorare sodo per migliorarci".

Sullo stesso argomento