thumbnail Ciao,

Il notevole introito sarà garantito dalla partnership tra il club francese e l'autorità turistica del Paese arabo, sulla quale però rischia di pendere un conflitto d'interessi.

Come se non bastassero quelli già a disposizione, una pioggia di euro sta per investire il Paris Saint-Germain. Il club transalpino, sarà ricoperto da 800 milioni in quattro anni grazie a un accordo di partnership con l'autorità turistica del Qatar. Ma sull'intesa, pende un conflitto d'interessi che i transalpini dovranno 'giustificare' all'Uefa.

'Tuttosport' rivela che i francesi diventerebbero una sorta di 'ambasciatori' per diffondere il nome del Paese arabo in giro per il mondo. Un accordo che la Federcalcio transalpina non ha disdegnato, vista la mancata opposizione alla novità. D'altronde, privare il PSG di una fonte di guadagno quando la squadra di Ancelotti sta rilanciando la Ligue 1 in termini di visibilità e blasone, sarebbe stato un 'boomerang'.

Adesso la palla passerà all'Uefa, che tra le normative legate al fair play finanziario non prevederebbe la sigla di sponsorizzazioni così elevate dal punto di vista economico. Inoltre, la vicinanza tra l'autorità turistica e lo sceicco Al Thani, patron del club parigino ed erede dell'emiro del Qatar, farebbe nascere qualche dubbio di troppo visto che la scorsa estate la partnership tra Ethiad e Manchester City non era stata presa benissimo dal massimo organismo del calcio europeo.

Sullo stesso argomento