thumbnail Ciao,

Sedici anni alla guida dei Gunners, tanti titoli conquistati nei primi. Il problema di base, però, è l'ultima vittoria: nel 2005, infatti, la conquista della FA Cup fu l'ultima.

Voci e controvoci, fuoriclasse della panchina catalani pronti a insediarsi sulla sua panchina. Eppure Arsene Wenger, allenatore leggenda dell'Arsenal sempre più in bilico, non ha intenzione di mollare il suo club, con la s e la c maiuscole.

Sedici anni alla guida dei Gunners, tanti titoli conquistati nei primi. Il problema di base, però, è l'ultima vittoria: per trovare un trofeo dei londinesi biancorossi, infatti, bisogna risalire alla Fa Cup conquistata nel 2005.

"Il mio lavoro consiste nell'essere determinato e nel dare importanza a ciò che è davvero importante e per me è l'amore per il calcio, l'amore per questo club per il quale farò sempre del mio meglio" le parole del tecnico francese in conferenza stampa.

Wenger se ne frega di critiche e voci di mercato, spazzate via con un paio di frasi ben assestate: "E' l'unica cosa a cui penso, il resto non mi interessa. Sono molto determinato e affamato di vittorie, se non fosse cosi' non sarei seduto qui".

Sullo stesso argomento