thumbnail Ciao,

Il difensore del Manchester United non snobba le nostre big e esalta Balotelli: "Potenziale campione. La Fiorentina? Fui a un passo, e anche il Parma mi cercò".

Sir Alex Ferguson può sorridere. Nemanja Vidic tornerà sabato contro il Sunderland, a 3 mesi dall'infortunio al ginocchio che l'ha messo ko per praticamente tutta la prima parte di stagione. Indubbio che il Manchester United, con la sua difesa un po' ballerina, abbia risentito dell'assenza del serbo. Ma la realtà dice che i 'Red Devils' sono ancora davanti a tutti.

Sì parte proprio da qui, dalla capacità dello United di mantenersi competitivo, nella lunga chiacchierata col 'Corriere dello Sport'. "Per giocare da noi è fondamentale che il calciatore abbia la testa giusta. La società trasmette forza, e poi Ferguson è il top. Ha conquistato tanti titoli, sa come si vince. E' alla guida da tanti anni, è uno che dà stabilità".

La vittoria nel turbolento derby col Manchester City ha lanciato Rooney e compagni verso l'Olimpo: sono 6, ora, i punti di vantaggio sui cugini. "E' presto per dire che siamo favoriti. Certo, il successo di domenica è pesante e ci dà fiducia, perché lo scorso anno col City avevamo perso due volte. Psicologicamente era fondamentale vincere".

Domenica lo United si è trovato di fronte Balotelli. "Un potenziale campione - dice Vidic - ha grandi qualità e un grande potenziale, ma adesso li deve mostrare. Ha tutti i mezzi per diventare un top player, dipende soltanto da lui". E su Sneijder, che piace ai 'Red Devils': "Grande giocatore, abile col pallone tra i piedi e con una fantastica visione di gioco".

In passato, Vidic è stato a un passo dall'Italia: lo voleva la Fiorentina, sembrava tutto fatto ma poi lui scelse Manchester. "Non è successo nulla di strano. I viola sono una grande società, in cui i serbi si sono sempre trovati bene, ma ho preferito venire qui e credo che molti avrebbero fatto questa scelta. Anni fa mi cercò anche il Parma, mi fece una proposta concreta. Magari in futuro giocherò in serie A, non si sa mai".

Proprio parlando di calcio italiano si conclude l'intervista. Quali sono le chance di Juve e Milan di vincere la Champions League? "Ne hanno le potenzialità - dice Vidic - Pure i rossoneri, anche se hanno perso campioni come Ibrahimovic e Thiago Silva. La Champions è una competizione imprevedibile, dove tutti hanno la possibilità di vincere".

Sullo stesso argomento