thumbnail Ciao,

Le peperine dichiarazioni pubblicate dall'asso brasiliano hanno amndato su tutte le furie l'attuale presidente del Balchau che vorrebbe demolire la statua dell'ex-numero dieci.

Le voci che rimbalzano in Brasile hanno dell’incredibile, a quanto pare la dirigenza del Vasco da Gama starebbe ipotizzando di demolire la statua di bronzo di Romário che si erge presso lo stadio di São Januário. A quanto pare infatti, il presidente della società carioca Roberto Dinamite, altro storico attaccante carioca, avrebbe perso le staffe dopo le dure critiche di ‘baixinho’.

Nei giorni scorsi mister 1000 goal ha fatto pesantissime accuse tramite il social network ‘Facebook’, imputando al Vasco di non aver ricevuto per suo figlio lo stesso trattamento riservato al figlio di Roberto Dinamite, definendo Sorato (il tecnico delle giovanili) un calciatore mediocre ed edulcorando la reputazione del club dichiarando che ‘è nella m***a’. Infatti Romarinho, figlio dell’asso carioca, ha lasciato il settore giovanile del club per accasarsi al Brasiliense, squadra di Serie C brasiliana, che gli ha offerto un contratto da professionista.

Ma non si è fermato qui, il campione del mondo ci ha tenuto a diffondere la sua opinione circa le competenze professionali di Roberto Dinamite, descrivendolo come un presidente orribile, senza alcuna conoscenza in materia di amministrazione e oltretutto privo di personalità. Inutile sottolineare come il diretto interessato si sia detto sconcertato per le parole di Romário.

Adesso il presidente del CR Vasco da Gama sta seriamente pensando di far abbattere la statua celebrativa per i mille gol di ‘baixinho’ che troneggia fuori dall’impianto casalingo del club carioca, e difficilmente tornerà sui suoi passi dopo le tremende dichiarazioni di Romário.

Sullo stesso argomento