thumbnail Ciao,

Benitez ha spiegato: "Il medico ci ha detto che il lungo volo non gioverebbe al suo ginocchio infortunato e che quindi portarlo non sarebbe affatto una bella idea".

E' il capitano del Chelsea, il leader dei blues, una delle anime di una squadra nella quale è arrivato nel lontano 1995 e che ha visto trasformarsi in buona realtà del calcio inglese a superpotenza del calcio mondiale.

John Terry è una leggenda del club londinese ma, suo malgrado, rischia di saltare per la seconda volta un appuntamento storico. Squalificato per la finale di Champions che ha visto trionfare proprio il suo Chelsea ai danni del Bayern Monaco, il difensore inglese non parteciperà nemmeno al Mondiale per Club.

Ad annunciarlo, è stato oggi Rafa Benitez: "Terry non verrà in Giappone con noi. Il medico ci ha detto che il lungo volo non gioverebbe al suo ginocchio infortunato e che quindi portarlo non sarebbe affatto una buona idea".

Se a Monaco a Terry venne concesso comunque l'onore di alzare la coppa, così non accadrà in caso di successo nel Mondiale per Club: "Ho già parlato con lui, gli ho comunicato la decisione e mi è parso ovviamente molto emozionato. Sa che sarà un grande torneo e che non potrà approfittare di una grande opportunità. Lui avrebbe preferito venire, voleva comunque dare una mano ma è meglio che resti a Londra".

Sullo stesso argomento