Il futuro di Bechkam è in Francia: Psg in pole, ma il Monaco di Ranieri non molla la presa

L'inglese pare destinato ad approdare nella capitale, dopo averla solo sfiorata lo scorso inverno. Pure l'italiano spera di poter contare su di lui: "Ci aiuterebbe a vincere".
L'unica cosa certa è che lascerà Los Angeles e i Galaxy. Per il resto, il futuro di David Beckham, 37 anni ma con ancora un'invidiabile voglia di giocare a calcio, è un'incognita. Gli ultimi radar lo avvistano in direzione Francia. Parigi, per la precisione, dove il Psg è pronto ad accoglierlo.

L'inglese vuole spendere gli ultimi anni della propria carriera ancora ad alti livelli. Per questo perdono quota le ipotesi australiane, brasiliane e cinesi paventate nei giorni scorsi. Becks vuole, soprattutto, giocare la Champions League. E la squadra di Ancelotti, che lo allenò al Milan, risponde a tutte le credenziali.

Secondo l''Equipe', il matrimonio - sfumato lo scorso inverno - è questione di poche settimane. Dopo Natale, scrive il quotidiano transalpino, Beckham si aggiungerà a Ibrahimovic, Lavezzi e le altre stelle che fin qui stanno faticando in Ligue 1. L'accordo prevederebbe inoltre un'opzione per un futuro da allenatore.

A lui pensa ancora anche il Monaco, primo in Ligue 2 e ambizioso grazie alla ricchissima proprietà russa. Una proposta è stata fatta qualche giorno fa. "David è un grande campione - lo ha elogiato Claudio Ranieri, allenatore dei monegaschi - sarebbe un esempio per i giovani, ci aiuterebbe a vincere".

A quanto pare il futuro di Beckham è francese, dunque. Una volta appese le scarpette al chiodo, poi, c'è chi giura che l'inglese abbia già in mente cosa fare: acquistare un club della Major League Soccer. Magari proprio i Galaxy, con cui si è laureato campione lo scorso weekend.