thumbnail Ciao,

Shock in Olanda: ucciso guardalinee 41enne durante una partita giovanile. Tre calciatori di una delle due squadre gli autori del pestaggio che ha causato la morte dell'uomo.

Questa volta non si tratta di violenza degli hoolingans, ma l'effetto è uguale, se non peggiore. Un uomo di 41 anni, che domenica scorsa stava coprendo il ruolo di guardialinee in un match giovanile, è stato ucciso dopo un feroce pestaggio avvenuto per mano di tre giovani atleti di 15 e 16 anni, ora tratti in arresto.

E' accaduto nella civile e avanzata Olanda, paese che tanto ama il calcio, sopratutto quello giocato dei suoi ragazzi, campioni in erba, nei campeetti di periferia.

Durante l'incontro fra il Buitenboys (società per la quale l'uomo ucciso svolgeva anche il ruolo di dirigente) e l'Amsterdam Nieuw Sloten, Richard Nieuwenhuizen, questo il nome della vittima è stato aggredito da tre ragazzi della squadra avversaria con pugni e calci. e il pestaggio, con calci anche alla testa, è proseguito anche quando l'uomo era già crollato a terra.

Inutile la corsa in ospedale visto che, poco dopo, è stata dichiarata la morte clinica dell'uomo a causa delle ferite riportate. Immediato l'arresto dei tre ragazzi autori dell'omicidio. Sgomento e vergogna nelle parole del Ministro dello Sport olandese Edith Schippers che ha dichiarato: "E' asslutamente terribile che qualcosa di simile possa accadere in un campo di calcio olandese".

Sullo stesso argomento