thumbnail Ciao,

Terzi in Ligue 1 nonostante i milioni spesi sul mercato, i parigini stanno vivendo anche problemi di spogliatoio. Carletto è in bilico e dice: "La squadra mi fa innervosire".

Che la squadra costruita per ammazzare la Ligue 1 e rompere le scatole in Champions avrebbe arrancato in questo modo, qualche mese fa non lo avrebbe immaginato davvero nessuno. Terzo a -5 dal Lione capolista dopo il ko di sabato a Nizza, il Paris Saint Germain fatica, si interroga e cerca di trovare una soluzione alle proprie tensioni interne.

C'è già chi parla di possibile esonero di Carlo Ancelotti, arrivato lo scorso gennaio per sostituire Kombouaré e fin qui con una media peggiore rispetto al predecessore. Secondo molti l'italiano non arriverà nemmeno a fine stagione, e per la prossima le ipotesi per la sua successione sono affascinanti: Guardiola, Mourinho, ma anche Arsène Wenger.

Dal canto suo, il tecnico emiliano è altamente scontento del rendimento della squadra. Dei risultati, ma anche - se non soprattutto - dell'atteggiamento. "Non è un singolo giocatore, ma la squadra a farmi innervosire" ha detto l'ex milanista dopo la sconfitta di Nizza, terzo ko in Ligue 1, 1-2 nel finale. A completare l'opera, i problemi di spogliatoio del Psg.

Si dice infatti che il gruppo sarebbe diviso tra coloro che hanno giocato nella nostra serie A, e sono tanti, e il resto. "Ho l'impressione che i giocatori non abbiano bene in mente il progetto del club" ha detto ancora Ancelotti. Il quale ha annunciato che troverà presto una soluzione, foss'anche stravolgendo l'undici titolare. Deve farlo in fretta: la pazienza dei ricchi è limitata.

Sullo stesso argomento