thumbnail Ciao,

Il Real si gioca tutto nel derby con l’Atletico, Mourinho sfida tutti a viso aperto: “Chi vuole fischiarmi sa dove trovarmi”

Sulla panchina dell'Atletico siede Simeone: "Ho un buon rapporto con lui anche se oggi siamo rivali. Sono felice che le cose gli stiano andando bene".

E' una vigilia importantissima quella che sta vivendo il Real Madrid. I blancos, distanti ben 11 punti in campionato dalla capolista Barcellona, affronteranno domani nel derby l'Atletico seconda forza del campionato.

In caso di sconfitta, il Real vedrebbe quasi preclusa la possibilità di competere ancora per il titolo, un'ipotesi fantascientifica all'inizio del torneo. Josè Mourinho, negli ultimi giorni ha subito diverse critiche, a quanto pare però la cosa non lo scompone: "Domani potranno applaudirmi o fischiarmi, questa è la vita, il calcio funziona così. Io sarà al Bernabeu alle 21,20, chi vorrà fischiarmi sa dove trovarmi. Accetterò ogni cosa con la massima umiltà, spero solo che i tifosi sostengano la squadra".

In molti si chiedono se questa gara sarà decisiva per il suo futuro: "Io non mi gioco nulla. Saranno 90' da godere, se vinci godi di più, se perdi c'è comunque qualcuno che sarà contento. Le critiche? Bastonarmi è lo sport nazionale e a me va bene così visto che tanta gente è felice così".

Sulla panchina dell'Atletico siede Simeone: "Ho un buon rapporto con lui anche se oggi siamo rivali. Sono felice che le cose gli stiano andando bene, l'ho conosciuto quando ero all'Inter".

Infine un accenno alla corsa al titolo di miglior allenatore dell'anno: "Non ho tempo per pensare a Guardiola, lui si che lo ha visto che è in vacanza. Del Bosque? Anche lui ha tempo visto che non gli toccherà nemmeno una partita per i prossimi tre mesi".

Sullo stesso argomento