thumbnail Ciao,

"C'era un'ottima atmosfera nel pub. Tutti si stavano divertendo. Poi, improvvisamente, tutto e' cambiato", le parole di Ashley Mills, vittima dell'aggressione.

Per Ashley Mills, 25-enne tifoso del Tottenham e residente dell'omonimo quartiere londinese, quella a Roma era la tanto attesa prima trasferta all'estero al seguito degli amati Spurs. Il viaggio era stato pianificato nei minimi dettagli: arrivo nella capitale il giorno prima del match, visita della città', una tranquilla bevuta con i compagni d'oltremanica e poi la lunga attesa fino al fischio d'inizio. Peccato che allo Stadio Olimpico il giovane londinese non ci avrebbe mai messo piede, costretto a sottoporsi ad lunga operazione per suturare le profonde ferite inflittegli nel feroce assalto al bar ‘The Drunken Ship’. 

Quando mercoledi’ mattina Ashley Mills aveva lasciato Londra alla volta della capitale, non avrebbe mai immaginato che due giorni più tardi si sarebbe trovato in un letto d'ospedale a raccontare quelle terribili ore in cui la sua vita rimaneva appesa ad un filo.

"C'era un'ottima atmosfera nel pub. Tutti si stavano divertendo", ha dichiarato il tifoso in un intervista al giornale 'London Evening Standard'. "Poi, improvvisamente, tutto e' cambiato. Un gruppo di ragazzi e' sbucato dal nulla e un attimo dopo mi sono ritrovato spintonato a terra e colpito da numerose coltellate".

Il ragazzo, che ha immediatamente perso conoscenza dopo la colluttazione, deve la sua vita ad un giovane studente della capitale, Alberto di Giovanni, il quale, grazie alle proprie conoscenze mediche, ha potuto prestare le prime cure in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Nonostante il grande spavento Ashley Mills non si e’ pero’ perso d’animo. Il supporter inglese, infatti, fa sapere dall'ospedale San Camillo di Roma che questa terribile esperienza non ha in alcun modo intaccato il suo spirito da tifoso e che questa amara trasferta non sara’ certamente l’ultima. "Qualcosa del genere può accadere una sola volta nella vita. Non vedo l'ora di uscire di qui e mettermi questa disavventura alle spalle".
 

Sullo stesso argomento