thumbnail Ciao,

La squadra del magnate Dyukov paga le violenze dei tifosi nella gara contro i moscoviti, culminate con il lancio di un petardo al portiere avversario Shunin.

Piove sul bagnato per lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti. La squadra russa, dopo l'eliminazione in Champions League in seguito al 2-2 interno contro il Malaga, subisce ora quella che rappresenta una vera e propria 'stangata' da parte della Federazione russa.

A causa delle violenze dei propri tifosi nella gara contro la Dinamo Mosca, culminate nel lancio di un petardo all'indirizzo del portiere Shunin, che hanno portato alla sospensione del match, la Federcalcio russa ha così assegnato il 3-0 a tavolino in favore dei padroni di casa moscoviti, e stabilito che le prossime due gare interne la squadra di Spalletti le giocherà a porte chiuse.

Infine per la squadra del miliardario Dyukov anche una multa piuttosto salata di 35 mila euro. Se i grandi colpi del mercato estivo facevano pensare a uno Zenit capace di lottare per risultati importanti in patria e in Europa, ora la stagione della squadra russa rischia di trasformarsi in un clamoroso flop.

Sullo stesso argomento