thumbnail Ciao,

Gaston Cellerino, ex amaranto, protagonista di un gesto d'inaudita violenza. Con un calcio di kung-fu colpisce al petto il portiere avversario e poi viene portato al commissariato.

Dal Cile arriva una notizia che ha dell’incredibile. Gaston Cellerino, ex attaccante con un passato al Livorno, avrebbe aggredito con un calcio stile kung-fu, il portiere del Santiago Wanderers, Mauricio Viana, avversario nella recente partita di campionato disputata dall’Union la Calera, sua attuale squadra.

Dopo il fattaccio l’attaccante è stato condotto in commissariato con l'accusa di aver violato la legge contro la violenza negli stadi. Il giocatore, espulso dal direttore di gara, ha avuto un alterco con il portiere avversario e, non appena si è creata ressa attorno a sè, ha pensato bene di stenderlo con un colpo da kung-fu. (Clicca qui per vedere il video)

Il giocatore ha così motivato il suo gesto: "E' stata la reazione a caldo di quando insultano i tuoi familiari, stavo uscendo tranquillo dal campo dopo l'espulsione ed e' venuto a insultarmi”. In un secondo momento, Cellerino è tornato indietro sui propri passi pentendosi solo parzialmente del suo gesto: "Chiedo scusa alle famiglie e ai bambini che erano allo stadio. Ma non chiedo scusa però a Viana, perché è un provocatore".

Sullo stesso argomento