thumbnail Ciao,

Goal e spettacolo a Stoccolma. Finisce 4-2 per i padroni di casa trascinati da un grande Ibrahimovic autore di quattro goal, a segno anche con una splendida rovesciata da 25 metri.

Ibrahimovic stende l’Inghilterra. L’attaccante svedese in forza al Paris Saint-Germain trascina al successo la Svezia grazie a quattro reti che ribaltano risultato e partita. E' record, visto che in 140 anni di storia nessuno aveva mai insaccato quattro goal in una sola partita contro la nazionale inglese. L'ultimo sigillo, poi, è una prodezza che resterà negli annali.

Una giornata da protagonista, come sempre per Ibra che apre le marcature dopo venti minuti di gara, che sfrutta un assist di Olsson e insacca al secondo tentativo, dopo una prima respinta di Cahill in scivolata disperata. Al 36', però, è arrivato il pareggio di Welbeck, su assist di Ashley Young, e pochi minuti dopo doccia fredda per il pubblico di casa con Caulker che insacca il goal del vantaggio inglese, che mette in rete su cross di Gerrard. Uno-due fulminante e primo tempo che si chiude con l’Inghilterra avanti per 2-1.

Nella ripresa sale in cattedra l’ex attaccante del Milan. Ibrahimovic, infatti, va ancora a segno al 78’, con una gran conclusione dalla distanza che fulmina Joe Hart, e poi sigla la rete del clamoroso sorpasso sei minuti dopo con un gran calcio di punizione dalla distanza.

E al 91' è ancora Ibrahimovic, che completa così il suo poker personale, a mettere a segno un goal fantastico che sigilla la gara: su un lancio lungo per Ibra, Hart è uscito dalla sua area per allontanare il pallone di testa, ma non lo colpisce bene e la palla rimane in zona, con l'attaccante svedese che ha la geniale intuizione di calciare al volo in rovesciata, dai venticinque metri, mandando la palla a gonfiare la rete inglese.

Nell’Inghilterra, poi, è da registrare il record di Steven Gerrard che tocca quota 100 presenze con la maglia inglese; sesto calciatore a raggiungere questa cifra nella storia della nazionale dei ”Tre Leoni”. In cima, in termini di presenze, c’è Peter Shilton (125), seguono poi David Beckham (115), Bobby Moore (108), Bobby Charlton (106) e Billy Wright (105).

Sullo stesso argomento