thumbnail Ciao,

Il tecnico di Certaldo si è soffermato sul momento non felicissimo vissuto dallo Zenit, dichiarando: "Accettiamo serenamente le critiche, sappiamo di dover vincere sempre".

Luciano Spalletti, tecnico dello Zenit San Pietroburgo, dopo la vittoria centrata dai suoi uomini nel match del campionato russo contro il Volga, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa sul momento vissuto dai suoi ragazzi.

Queste le parole del tecnico, apparse sul sito ufficiale del club: "Abbiamo giocato contro una squadra veramente forte ed un allenatore veramente capace. I miei giocatori sono stati bravi a lottare sempre su ogni pallone. E' stato difficile giocare su un campo così, come lo è stato mostrare le nostre qualità con la palla".

Quindi Spalletti ha proseguito: "Se ad una squadra come il Volga, che ha un forte spirito di gruppo, concedi l'opportunità di segnare, poi lo paghi e noi abbiamo subito un goal. In quella situazione l'unica cosa che ci avrebbe potuto salvare era una giocata particolare, qualcosa di inusuale, che solo un vero maestro avrebbe potuto realizzare. Ed è stato ciò che ha fatto Kerzhakov".

Infine l'allenatore toscano si è soffermato sul tortuoso cammino europeo del suo Zenit, spiegando: "Quando giochi una gara di Champions, specialmente quando vieni sconfitto, allora perdi qualcosa a livello psicologico nella partita seguente. Ma noi abbiamo accettato le critiche, ed eravamo pronti, perchè sappiamo perfettamente che o vinciamo, o altrimenti veniamo criticati. Non ci sono altre alternative. Questa è la norma per noi, e vincere è essenziale per lo Zenit. Ma non sempre è facile riuscirci".

Sullo stesso argomento