thumbnail Ciao,

Durante l'intervallo del match di Europa League tra gli Spurs e il Maribor, l'ex Bolton è tornato nel punto in cui il suo cuore si fermà: tante lacrime e commozione.

Diversamente da Foè, Feher, Morosini, Puerta e Renato Curi, Fabrice Muamba ha avuto più fortuna. Una storia che ha commosso il mondo del calcio, dopo quel maledetto 17 marzo 2012 in cui il suo cuore si fermò per 78 minuti.

Ieri, durante l'intervallo della gara di Europa League tra Tottenham e Maribor (stesso girone della Lazio di Pekovic), l'ex giocatore del Bolton si è palesato in campo, tornando proprio nel punto in cui qualche mese fa sfiorò la morte.

Il 24enne, con il volto rigato dalle lacrime, si è rivolto al pubblico di White Hart Lane: "Voglio ringraziare tutti voi tifosi degli Spurs che eravate qui quel giorno e che avete pregato per me. Siete stati tutti fantastici, non lo dimenticherò mai".

Dopo il recupero Muamba, ad agosto, aveva annuncia toil suo ritiro dal calcio giocato per problemi cardiaci. Nella sua breve carriera ha vestito le maglie di Arsenal, Birmingham e appuntao Bolton, oltre a fare tutta la trafila delle nazionali giovanili inglesi.

Sullo stesso argomento