Qualificazioni Coppa d'Africa: Drogba segna, i tifosi del Senegal sparano, bruciano bandiere e aggrediscono i sostenitori ivoriani

L'arbitro tunisino ha dovuto sospendere il match, la polizia locale ha dovuto evacuare i sostenitori di Drogba e soci dal campo. Sarà dato 3-0 a tavolino.
Si giocava quest'oggi a Dakar la gara tra i padroni di casa del Senegal e la Costa d'Avorio di Didier Drogba. Sfida valida per le qualificazioni alla Coppa d'Africa che si disputerà in Sudafrica nel 2013: ritorno del match, però, sospeso per incidenti.

Mattatore Didier Drogba, autore di una doppietta (aveva segnato anche all'andata). Dopo il secondo goal, però, i sostenitori locali non hanno preso affatto bene il 2-0 che stava maturando (l'attaccante ex Chelsea ha segnato su rigore).

I
tifosi senegalesi hanno così cominciato ad accendere il fuoco in tribuna, bruciando bandiere. Basta così? No affatto, visto che tali 'tifosi' hanno poi aggredito i tifosi avversari della Costa d'Avorio. L'arbitro tunisino non ha potuto far altro fermare il gioco: sarebbero stati sparati anche diversi proiettili.

Da canto suo la polizia
senegalese ha dovuto evacuare i sostenitori ospiti attraverso il campo di gioco. Gli eventi di oggi riportano alla luce quelli molto simili del 2008 contro il Gambia.
Sarà dato 3-0 a tavolino in favore degli uomini di Zahoui.