thumbnail Ciao,

Il team manager tedesco difende il ct e il suo staff, ma comprende la delusione dei tifosi dopo la sconfitta con l'Italia: "Ci aspettavamo le critiche. Qualcosa è andato storto".

Bella perdente, la Germania. Terza ai Mondiali 2006 e 2010, seconda agli Europei del 2008 e fermata in semifinale in quelli di quest'anno. E così capita che qualcuno possa mettere in discussione il commissario tecnico Joachim Loew. Che però viene difeso, e confermato per il futuro, dal team manager della nazionale tedesca Oliver Bierhoff.

"Finiamo qui ogni polemica - ha risposto l'ex centravanti del Milan a chi gli chiedeva del futuro - Noi stiamo già pensando ai Mondiali del 2014, che sono un obiettivo importantissimo per la squadra. Studi sulle competizioni internazionali hanno rivelato che dopo tre settimane torna alta la motivazione, e noi siamo già proiettati sulla prossima competizione".

"In Polonia e Ucraina abbiamo lavorato bene, ma qualcosa è andato storto alla fine - continua Bierhoff - Le critiche alla squadra? Non ci hanno demoralizzato. Sapevamo benissimo che la reazione dei tedeschi sarebbe stata dura in caso d'insuccesso".    

 

Sullo stesso argomento