thumbnail Ciao,

L'attaccante dell'Internacional non ricorda positivamente l'esperienza nerazzurra: "Ho giocato poco". Ora per lui c'è il Brasileirão: "Campionato difficile e con grandi club".

No, l'Inter non ha lasciato un buon ricordo a Diego Forlan. Arrivato a Milano nell'estate del 2011, l'uruguaiano non ha risposto alle attese, giocando poco e spesso male con la maglia nerazzurra. Ora l'attaccante è in Brasile, all'Internacional, ma non dimentica la negativa esperienza italiana.

"La parentesi all'Inter è stata l'unica non positiva della mia carriera europea - afferma Forlan in un'intervista al sito ufficiale della Fifa - Ma per il resto ho vissuto dieci anni spettacolari. Quando si è prospettata l'ipotesi Internacional ho accettato pensando alla mia famiglia. Mi sembrava il momento giusto per chiudere una fase della mia carriera".  

Dopo Uruguay, Argentina, Inghilterra, Spagna e Italia, per Forlan c'è ora la sfida brasiliana. "Il Brasileirão è molto competitivo, per i primi quattro posti sono in corsa sei-sette squadre. Per me è una sfida molto attraente, con grandi club che giocano un buon calcio".

Al momento l'Internacional è settimo in classifica, a 6 punti dal quarto posto (occupato dal Vasco da Gama), l'ultimo utile per la qualificazione in Libertadores. Forlan ha messo a segno due reti, entrambe alla seconda giornata di ritorno nel 4-1 al Flamengo.  

Sullo stesso argomento