thumbnail Ciao,

Il Barcellona è primo in classifica a +8, Mourinho però avverte: "Non molleremo in campionato per concentrarci sulla Champions".

Quello del Real Madrid è stato un inizio di campionato che nessuno avrebbe potuto pronosticare. Le merengues infatti, in quattro partite hanno raggranellato appena quattro punti e già in due occasioni sono tornati a casa sconfitti.

Josè Mourinho, intervistato ai microfoni di TVE, non ha nascosto la sua delusione: "E' colpa mia, è mia la responsabilità di questo terribile inizio di stagione. Non sono stato capace di creare un gruppo pronto a dare tutto sul campo. Nel calcio si può sempre perdere, ma non così. Queste parole non le dico per la prima volta, i miei giocatori le hanno già ascoltate dopo il ko col Siviglia".

In Spagna c'è di parla di giocatori delusi per come è stato impostato il precampionato: "Il rapporto con i giocatori non potrebbe essere migliore. Quando vinciamo, vinciamo tutti. Quando perdiamo, il primo colpevole sono io. Forse i ragazzi si lamentano per il viaggio fatto dal Porto Rico a due giorni dall'inizio del campionato, io però non ho mai sentito nè letto cose di questo tipo, nessuno ha parlato di scarsa pianificazione. Qui le cose si fanno con professionalità, io sto già preparando il prossimo precampionato".

Il Barcellona è primo in classifica a +8, Mourinho però avverte: "Non penso che un club come il Real Madrid possa decidere di non dare il massimo in campionato per concentrarsi solo sulla Champions League. Adesso tocca a me fare in modo che la squadra torni ad essere il prima possibile come quella di un anno fa, il calcio deve diventare la priorità per tutti".

Il Real Madrid sta preparando l'esordio in Champions con il Manchester City: "E' come una festa che arriva al momento giusto. Noi abbiamo fatto benissimo in Supercoppa e malissimo dopo, forse abbiamo bisogno di giocare partite difficili. I titoli vinti fanno parte della storia, il calcio è oggi e domani. Ieri è storia".

Sullo stesso argomento