thumbnail Ciao,

Il tecnico dei 'Blancos' parla a proposito della questione CR7: "Come allenatore, se al minuto 75 non ha giocato bene, lo devo togliere e dentro un altro".

La presunta infelicità di Cristiano Ronaldo tra milioni e una compagna stupenda, ha scatenato un dibattito internazionale nel mondo del calcio. In Spagna si cerca di capire il perchè, tra contratti più cospicui e la volontà di cambiare città e squadra.

In molti hanno evidenziato come tutto sia nato da una litigata con Josè Mourinho, tecnico dei 'Blancos'. In conferenza stampa, però, l'ex Inter ha la sua idea, controversa o meno che sia. "Se è triste e continua a giocare così è perfetto" rivela Mou.

"Cristiano ora necessità pace, tranquilittà e giocare a calcio" continua il tecnico 'Merengue', recordman di punti e goal segnati alla guida del Madrid. "Deve fare quello che deve fare, noi dobbiamo considerare il suo rendimento in campo e nulla più".

Al Real Madrid, comunque, nessuna preferenza: "Come allenatore, se al minuto 75 non ha giocato bene, lo devo togliere e dentro un altroè stato creato ad arte perchè per quindici giorni la stampa non ha avuto di cosa scrivere, non essendoci gare internazionali. E' un giocatore e una persona esemplare, il suo caso è stato creato ad arte perchè per quindici giorni la stampa non ha avuto di cosa scrivere, non essendoci gare internazionali".

Sullo stesso argomento