thumbnail Ciao,

L'ex attaccante olandese afferma: "Il Barça è in cima ai miei desideri, ma non direi di no nemmeno ai 'blancos'. Anche se ora hanno Mourinho, tra i migliori al mondo".

Lui, nel Barcellona, ha avuto la buona sorte di giocarci. 1998-2004, sei stagioni positive e, da un punto di vista personale, particolarmente prolifiche. Ma quello non era il Dream Team attuale. Ed è logico, allora, che Patrick Kluivert senta il desiderio di partecipare a ciò che una carriera snodatasi nel momento sbagliato gli ha impedito di vivere.

La meta dell'ex milanista? Quello di diventare allenatore dei blaugrana. "E' il mio sogno, e spero che un giorno diventi realtà. E' chiaro che il Barça è al primo posto nei miei desideri" ha affermato l'ex attaccante a 'Esports COPE'. Facile a dirsi, più dura realizzare il progetto, specialmente per uno che finora è fermo a un paio di esperienze da assistente (ora lo è di Van Gaal nell'Olanda) o da allenatore degli attaccanti.

"Se arrivasse una chiamata da parte del Real Madrid? - ha continuato Kluivert - Perché no. Non rifiuterei di certo. Ma in questo momento hanno José Mourinho, che è uno dei migliori allenatori del mondo". Se è vero che volere è potere, il buon Kluivert è già sulla buona strada.