thumbnail Ciao,

Il tecnico si è dimesso dal Verdão, penultimo e in grave crisi nonostante la Copa do Brasil vinta non più di due mesi fa. Per sostituirlo potrebbe tornare Emerson Leão.

Se anche i totem della panchina gettano la spugna, vuol dire che la situazione sta davvero volgendo al peggio. Luiz Felipe Scolari lascia il Palmeiras, impelagato nelle acque torbide della zona retrocessione nel campionato brasiliano. Penultimo, il Verdão rischia seriamente di retrocedere dopo avere vinto, a luglio, la Copa do Brasil.

L'ex allenatore del Chelsea, che nel 2002 in Giappone e Corea portò il Brasile sul tetto del mondo per la quinta volta nella sua storia, si è dimesso dal Palmeiras dopo un incontro col presidente Arnaldo Tirone, il quale ha definito senza particolari rivendicazioni la sua uscita di scena. Il suo contratto era in vigore fino alla fine dell'anno.  

La situazione era ormai insostenibile. Le ultime due sconfitte, l'ultima delle quali l'1-3 patito in rimonta dal Vasco da Gama, hanno fatto precipitare la squadra al penultimo posto, e Felipão ha preferito lasciare. Al suo posto si parla dell'ex portiere Emerson Leão, attualmente al São Caetano e già al Palmeiras in altre due precedenti occasioni. 

La macchia delle dimissioni non cancella la storia di Scolari al Palmeiras. Nel 1999 regalò alla gente della Palestra Italia la Copa Libertadores, quest'anno la Copa do Brasil. Questa seconda esperienza, iniziata nel 2010, è stata però caratterizzata dalle costanti polemiche rivolte a una dirigenza impegnata in lotte politiche interne di vario genere. Impossibile andare avanti, e Felipão lo ha capito.

Sullo stesso argomento