thumbnail Ciao,

Il brasiliano: "Sono certo che mi ambienterò al meglio". Il belga: "Questo è un club più grande del Benfica". I russi, avversari dei rossoneri in Champions, ora fanno paura.

I botti del mercato russo sono stati loro: Axel Witsel e Hulk, presi dallo Zenit San Pietroburgo nelle ultime ore. Dal Portogallo alla Russia: percorso simile per i due, anche se è il mancino col nome da supereroe e il sinistro dinamitardo a stuzzicare le maggiori fantasie. Entrambi sono stati presentati oggi a stampa e tifosi.

"Sono felicissimo di essere qui - ha detto il brasiliano ex Porto al sito ufficiale dello Zenit - non vedo l'ora di giocare. Sono certo che mi ambienterò benissimo". Discorso simile per il belga Witsel: "Sono venuto qui per vincere: per questo ho lasciato il Benfica, è stata una scelta sportiva. Lo Zenit è più grande".  

Campione in carica della Russian Premier League, e attualmente primo in campionato (assieme ai ceceni del Terek Grozny) dopo 7 turni, lo Zenit di Luciano Spalletti e Mimmo Criscito ora fa paura. Anche al Milan, avversario dei russi nel girone di Champions. E squadra che i campioni non li ha acquistati, ma ceduti.

Sullo stesso argomento