thumbnail Ciao,

Anche Dani Alves ha difeso il fenomeno del Santos: "Uno come Neymar dovrebbe esser trattato a dovere. E' il nostro miglior giocatore".

E' considerato uno dei più grandi calciatori al mondo, un fenomeno capace di competere con Leo Messi in fatto di tecnica e rapidità. Eppure Neymar non sembra esser riuscito a guadagnarsi l'affetto dei tifosi brasiliani.

Nel corso dell'amichevole con il Sud Africa infatti, il talento del Santos è stato sonoramente fischiato dalla torcida verdeoro. Un episodio che chiaramente non gli ha fatto piacere, così come ammesso dopo il match: "Non sono una macchina, sono anzi esausto sia sotto il punto di vista fisico che mentale. E' un momento non semplice, il mio sogno continua però ad essere quello di fare il meglio per il Santos e per la Nazionale brasiliana".

Anche il compagni di Nazionale, Dani Alves, ha voluto stigmatizzare l'accaduto: "Non ho nulla contro i tifosi di San Paolo, voglio però solo dir loro che hanno fischiato il nostro miglior giocatore, un ragazzo che può cambiare la partita in ogni momento. Uno come Neymar dovrebbe esser trattato a dovere, i tifosi hanno tutto il diritto di lamentarsi ma devono capire che con un campione così ci vuole più attenzione".

Sullo stesso argomento