thumbnail Ciao,

Una chiusura di mercato con il botto quella dello Zenit di Luciano Spalletti che, nelle ultime ore è riuscito ad avere due talenti come Hulk e Witsel. Adesso si vira sull'Europa

Chiedere di più, sarebbe stato oggettivamente troppo. Spalletti propone, lo Zenit acquista. Presi, nelle ultime ore di mercato due dei migliori talenti provenienti dal campionato brasiliano e seguiti da mezza Europa: il brasiliano Hulk ed il belga Witsel, che approdano così nella fredda San Pietroburgo, alla corte dello zar italiano. Strappare Hulk alla concorrenza del Chelsea e Witsel a quella del Real Madrid è stato un gran colpo, senza dubbio, e Spalletti lo sa bene,

"Quest'anno - ha spiegato l'ex tecnico della Roma ai microfoni di 'Sky Sport 24', a margine del Forum Allenatori Club d'Elite UEFA in corso a Nyon - abbiamo scelto due calciatori che possono darci qualcosa soprattutto nel panorama europeo; adesso siamo a posto e non verrà più nessuno". Smentita così la voce che voleva in orbita Zenit anche il portoghese del Manchester United, Nani.

Quasi obbligatorio è adesso, per la squadra russa, ben figurare nell'Europa che conta, quella della Champions League: far bene in un girone con Milan, Anderlecht e Malaga, è un obiettivo alla portata della squadra russa allenata da Spalletti, soprattutto grazie ai due nuovi arrivi che vanno comunque a rinforzare una squadra con un'ottima base di partenza.

"Vittoria della Champions League? Penso che il Barcellona e il Real Madrid - ha concluso Spalletti -  siano le più accreditate. Le sorprese possono essere tante, come il Chelsea l'anno scorso; l'Apoel ha creato molti problemi". Una speranza, quella della squadra russa: essere la sorpresa della nuova stagione di Champions. E si sa, quando parte quella musichetta, tutto può diventare possibiile...

Sullo stesso argomento