thumbnail Ciao,

Hodgson ritrova l'Italia, ma guai se l'Inghilterra penserà ancora agli Europei: "Sono alle spalle, pensiamo a far bene e a qualificarci per i Mondiali"

Il ct inglese ha spronato i suoi a guardare avanti, in particolare verso la strada che conduce a Brasile 2014. La squadra, a suo avviso, dovrà iniziare a far bene da domani...

L'Inghilterra ritroverà domani in amichevole l'Italia, che l'ha eliminata ai quarti di Euro 2012, esattamente ai calci di rigore. Brutti ricordi per la formazione britannica, ma sarà meglio non rimuginarci troppo su. E' il ct Roy Hodgson a lanciare l'appello.

"Gli Europei sono alle spalle, se abbiamo fatto bene o no oggi non conta - ha spiegato in conferenza stampa - Dobbiamo fare bene adesso, prendere esempio da quello che ha fatto la Gran Bretagna alle Olimpiadi e pensare a qualificarci per il Brasile".

A Berna sarà un test di lusso, utile per testare alcuni uomini in vista del cammino di avvicinamento ai Mondiali del 2014: "Sono importanti per tutti, sia per noi che per l'Italia. Per tutte e due le nazionali quello di domani sarà forse il primo passo, spero in avanti, sulla strada per andare in Brasile".

C'è tempo per parlare anche del grande assente azzurro, Mario Balotelli: "Lo conosciamo tutti, è molto forte, ma l'Italia non è solo lui. Il calcio è un gioco di squadra, è questo che vado ripetendo sempre, poi è normale che Mario sia un personaggio molto importante per i media, sia inglesi che italiani".

Sullo stesso argomento