thumbnail Ciao,

L'ex ct azzurro si è scagliato contro la direzione di gara dopo il match perso per 2-1 dal suo Guagzhou Evegrade contro il Guizhou: nel mirino un goal annullato.

'Tutto il mondo è paese', verrebbe da dire. Già, perchè come in Italia anche in Cina a far discutere è l'arbitraggio. Ad alzare il polverone è stato Marcello Lippi, che per aver reso dichiarazioni ritenute 'offensive' adesso rischia di essere squalificato.

Nel mirino dell'ex ct azzurro, un goal annullato nel match perso 2-1 dal suo Guagzhou Evegrade contro il Guizhou: "Muriqui si trovava ad un metro dietro il difensore del Guizhou, come ha potuto il guardalinee prendere una decisione così sorprendente. E' incredibile", ha affermato ripercorrendo l'azione incriminata.

Un Lippi che potrebbe essere così sanzionato dalla Federcalcio cinese: "Abbiamo avuto la possibilità di vincere - ha detto nel post gara - ma l'arbitro ce lo ha negato. Ho detto che non avrei mai voluto parlare degli arbitri dopo una gara, ma questa volta non posso esimermi. Il fuorigioco chiamato dall'assistente dell'arbitro ha rovinato la gara".

Sullo stesso argomento