thumbnail Ciao,

Guidata da un magistrato tedesco e da un magistrato americano, giudicherà i casi di pagamenti sottobanco all'interno del massimo organismo calcistico.

Che la gestione degli affari in seno alla Fifa non sia mai stata particolarmente limpida, non è un mistero. Tanto che sono periodiche le voci di corruzione che vedono protagonisti i suoi membri. Ma Joseph Blatter ha deciso di dire basta, e di istituire una commissione etica all'interno dell'organismo che governa il calcio di tutto il mondo.

Tale commissione sarà formata da due camere: la prima diretta dal magistrato tedesco Joachim Eckert, la seconda dal pubblico ministero americano Michael Garcia (quest'ultimo famoso negli Stati Uniti per essersi occupato del processo riguardante Marion Jones, condannata nel 2008 a sei mesi di carcere per l'uso di sostanze dopanti).

Le due camere, pensate per introdurre un codice etico all'interno della Fifa, si occuperanno in particolar modo dei casi di corruzione. Per i quali, inoltre, è prevista anche l'abolizione della prescrizione, come ha sottolineato lo stesso Blatter.

L'idea di curare l'aspetto etico non è nuova, ma risale allo scorso anno, quando lo svizzero fu rieletto presidente della Fifa per la quarta volta.