thumbnail Ciao,

L'ex manager degli Spurs: "Noi lo volevamo in prestito, ma il suo club non voleva e non è più successo nulla. Peccato perché e definitivamente esploso"

E' da due stagioni croce e delizia dei tifosi del Manchester City e del suo mentore Roberto Mancini ma l'avventura inglese di Mario Balotelli avrebbe potuto avere altri colori e cornici: l'ex manager del Tottenham Harry Redknapp ha infatti ammesso di aver cercato con insistenza di portare SuperMario a Londra prima che l'attaccante firmasse per i Citizens.

"Ho cercato di ingaggiarlo prima che andasse al Manchester City - le dichiarazioni del tecnico pubblicate dal 'Sun' - Avevo ammirato le sue qualità e sono andato in Italia per vederlo giocare. Sono rimasto impressionato e mi sono incontrato con lui. Noi lo volevamo in prestito, ma il suo club non voleva e non è più successo nulla. Peccato perché e definitivamente esploso e, a soli 21 anni di età, lui saprà terrorizzare i difensori per molte stagioni".

Genio e sregolatezza allo stato puro, Balotelli ha dimostrato contro la Germania tutto il suo enorme potenziale: "Non si può mai sapere cosa hai intenzione di ottenere con Mario, ma una cosa è certa ... lui è un grande talento. Ha stupito contro la Germania in semifinale. Il suo secondo gol è stato fantastico".

Sullo stesso argomento