A Beckham la panchina non piace proprio: "Non farò l'allenatore in futuro"

Il centrocampista è stato premiato dall'Uefa per aver disputato più di 100 partite con la maglia della nazionale inglese. Ed ha parlato anche del suo futuro.
A David Beckham non è mai piaciuto stare in panchina. E non gli piacerà nemmeno quando appenderà le scarpette al chiodo. Il centrocampista inglese dei Los Angeles Galaxy ha infatti dichiarato a Sky Sports che non vorrà fare l'allenatore.

"Per adesso continuerò ancora a giocare, ma è certo che quando smetterò di giocare a calcio farò qualcosa di diverso da allenare, non la vedo una cosa fatta per me. Non sto ancora pensando al mio futuro, ci penserò solamente quando sarà ora".

Beckham, che nell'intervallo dell'amichevole tra Inghiliterra e Belgio ha ricevuto un premio dall'Uefa per aver disputato più di 100 partite con la maglia dei Tre Leoni, ha parlato delle possibilità della squadra inglese ad Euro 2012: "Sono convinto che la squadra abbia tutte le carte in regola per poter vincere anche la competizione. Vedo il talento giusto all'interno del gruppo ed anche il giusto spirito per affrontare al meglio partite così importanti".