thumbnail Ciao,

"Ho un grande rispetto per il Milan, ma alla fine le nostre strade si sono separate, per vari motivi, e ho ricevuto la chiamata dell'Inter", ha detto Leonardo.

Ora svolge il ruolo di direttore sportivo del Paris Saint-Germain, ma il brasiliano Leonardo ha un grande passato italiano, più precisamente milanese, coi suoi trascorsi vincenti al Milan e quelli, meno vincenti ma molto criticati, all'Inter.

E proprio del suoi addio al Milan per approdare poi all'Inter ha parlato Leonardo in un'intervista rilasciata al 'O Estado de S.Paulo'.

"Sapevo che quella che andavo a prendere era una decisione molto forte - ha detto Leonardo - Ho vissuto 14 anni a Milano e conosco bene la realtà della città. Pertanto ero ben preparato. Sono stato per 13 anni al Milan, da giocatore prima, da dirigente poi e infine da allenatore. Per questo ho un grande rispetto per il club. Ma alla fine le nostre strade si sono separate, per vari motivi, e ho ricevuto la chiamata dell'Inter, che è uno dei migliori club al mondo e con un presidente con il quale ho stretto una forte relazione".
 
"L'addio al Milan? Con Berlusconi ci sono stati dei dissapori e così ho lasciato il club - ha spiegato ancora Leonardo - Ciò che non è mai cambiato, però, è il mio rispetto per il club. Per me il Milan non è Berlusconi, il Milan è il Milan".

Sullo stesso argomento