thumbnail Ciao,

Il giudice sportivo della Lega Pro ha inflitto la sanzione in merito ai fatti dell'amichevole di Busto Arsizio. Intanto il leghista Grittini si è dimesso da assessore comunale.

Il giudice sportivo della Lega Pro ha deciso di punire la Pro Patria dopo i fatti della recente amichevole di Busto Arsizio con il Milan. E' stato stabilito che la società lombarda dovrà disputare la prossima gara di campionato a porte chiuse. Un segnale chiaro, anche se forse poco severo, dopo che nel test in questione la tifoseria locale aveva preso di mira i calciatori di colore della formazione rossonera con insulti ed ululati razzisti.

Tra gli autori dei famigerati cori, c'era anche Riccardo Grittini, assessore allo Sport - in quota Lega Nord - del Comune di Corbetta, nel Milanese, che in seguito alle polemiche ha deciso oggi di dimettersi dalla carica. Grittini, peraltro, continuerà a rivestire il ruolo di consigliere comunale.

Il sindaco leghista di Corbetta, Antonio Balzarotti, nel maldestro tentativo di difendere il suo assessore, era incappato in una dichiarazione francamente vergognosa: "Se uno fa buuu a un negher è reato?". Questo il contenuto dell'imbarazzante fuorionda, a margine di un'intervista concessa a 'Sky' nel quale spiegava che Grittini si sentiva sostanzialmente innocente.

"Ho parlato con Grittini, il quale a suo giudizio non ritiene di aver commesso dei reati, a parte qualche buuu e qualche urlo". In seguito sono arrivate le dimissioni.

Sullo stesso argomento