thumbnail Ciao,

Il belga, ct degli 'Stalloni', ha avuto da ridire sull'arbitraggio, a suo dire troppo orientato contro i suoi: "Il migliore in campo è stato il direttore di gara...".

"La vera star di questa partita è stato l'arbitro, non voleva che il Burkina Faso arrivasse in finale". Non usa giri di parole Paul Put, ct di una nazionale che, eliminando il favorito Ghana ai rigori, è riuscita a centrare per la prima volta nella sua storia la finalissima della Coppa d'Africa.

Un verdetto inaspettato, arrivato a dispetto del presunto ostracismo da parte del direttore di gara: "Sono strafelice per questa vittoria - ha detto Put a fine gara - perchè la finale ce la siamo proprio meritata. Il migliore in campo è stato l'arbitro, la sua è stata davvero una prestazione di alto livello", è stata la velenosa annotazione da parte del belga.

Il ct degli 'Stalloni', che in passato è stato squalificato per 3 anni per una vicenda legata al calcioscommesse, ha dunque sottolineato gli errori più gravi commessi dal tunisino Jedidi: "Il penalty che ha regalato al Ghana, quello che ha negato a noi con il secondo giallo a Pitroipa (ammonito per simulazione, mentre il fallo da rigore era netto, ndr). Nell'intervallo ho detto ai miei che oggi avremmo dovuto battere anche l'arbitro". Detto, fatto, a quanto pare, anche se con grande fatica.

Sullo stesso argomento