thumbnail Ciao,

Il capitano degli 'sparvieri' aveva deciso di rinunciare alla massima competizione continentale da prima di Natale ma il vertice col Presidente togolese l'ha convinto a ripensarci

Alla fine c’è stata la fumata bianca: Emmanuel Adebayor disputerà la Coppa d’Africa 2013. Il summit di oggi pomeriggio tra il Presidente del Togo, Faure Gnassingbe, e il capitano della nazionale togolese è risultato positivo, c’è voluto il massimo rappresentante politico per convincere l’asso africano a partecipare alla rassegna continentale.

L’attaccante del Tottenham aveva infatti dichiarato all’emittente radiofonica locale ‘Frequence1’ che avrebbe dato forfait tirando in ballo la mancata remunerazione dei premi relativi all’ultima amichevole disputata (“a qualcuno è stato dato, ad altri solo la metà, ad altri ancora addirittura niente”) e la disorganizzazione della Federazione, con chiari riferimenti alla storia delle divise di allenamento mai pervenute, nonostante la Puma avesse assicurato che erano pronte da tre settimane.

Certamente per meglio inquadrare la situazione bisogna aggiungere l’anamnesi personale: nel gennaio 2008 Adebayor, assieme alla sua squadra, subì un attacco nel pullman durante l’attraversamento del confine angolano nel quale furono uccise tre persone. Dichiaratosi shockato dall’accaduto, il capitano degli ‘sparvieri’ decise di abbandonare la nazionale, salvo poi fare dietro-front nel novembre 2011 in seguito a un rafforzamento delle misure di sicurezza della Federazione.

Ma adesso è ormai ufficiale, il leader del Togo guiderà la sua nazione nella Coppa d’Africa, Sudafrica 2013, che avrà inizio a breve. Il debutto sarà il 22 gennaio contro la Costa d’Avorio, e stavolta gli unici ostacoli saranno dettati dagli avversari in campo.

Sullo stesso argomento