thumbnail Ciao,

A Glasgow l'ennesima conferma: Alessandro Matri è l'arma migliore a disposizione di Antonio Conte. Non solo bomber, cresce di settimana in settimana...

Ho avuto il piacere di vivere un'esperienza diversa e vedere la partita della Juventus al fianco di un collega e tifoso del Celtic. Ha combattuto tutta la partita, proprio come i suoi beniamini, ma alla fine si è arreso: “It's a different level”, mi ha detto a fine gara. Un'altra categoria, diremmo in italiano. Concordiamo, anche se...

Anche se i ragazzi di Conte hanno sofferto, tanto, forse troppo, nonostante, alla fine, non è che a Buffon siano venuti i capelli bianchi dalla paura. Ma considerati i rapporti di forza in campo, l'organizzazione tattica delle due squadre e anche le qualità individuali a disposizione dei due tecnici, si poteva forse gestire con meno patemi.

Marchisio uomo ovunque, volto
di una Juve che non corre a caso
Tuttavia, ci sta, soprattutto quando gli scozzesi, compreso che sul piano tecnico non andavano da nessuna parte, hanno provato a metterla sull'agonismo. La Juve, però, non ha arretrato di un centimetro, si è difesa ordinata e non ha mai lesinato le ripartenze. Marchisio uomo ovunque, esempio di una squadra che non smette mai di correre e non lo fa mai a caso: un goal e mezzo, più un assist, cosa chiedere di più al principino?

Ma se Marchisio non rappresenta certamente una sorpresa, non altrettanto si può dire di Matri. Lo abbiamo detto tante volte, l'ex Cagliari è stato spesso, e a volte incomprensibilmente, accantonato da Conte.

Eppure Ale rappresenta per distacco la migliore opzione a disposizione del mister bianconero, perché più di ogni altro ha le caratteristiche richieste dal gioco della squadra. Rispetto al passato, però, se possibile, Matri è addirittura migliorato.

Una volta faceva un po' di fatica a giocare d'appoggio ai compagni, si limitava a svolgere il ruolo di stoccatore. Oggi, invece, affianca Vucinic nei compiti di regista offensivo della squadra: difende palla, apre il gioco, si traveste da suggeritore e, come in passato, quando gli capita la palla buona, difficilmente tradisce.

Non più solo stoccatore, Matri è
diventato un regista offensivo
Guardare il primo goal per credere, ma anche il secondo, quando libera Marchisio con tocco delicato e calibrato, degno del miglior Pirlo.

E non è un caso, perché aperture di questa fattura, di recente, ne ha fatte diverse. La Juve ha trovato il suo Top Player, come di recente si è sentito dire dopo le ottime prestazioni di Ale?

Non esageriamo, “It's a differente level”, come direbbe il nostro collega scozzese, ma è il migliore livello che Conte si può permettere oggi.

E se continua a dargli minuti, fiducia e coraggio, può solo migliorare...

Sullo stesso argomento