thumbnail Ciao,

Il trequartista del Bologna piace molto allo Zenit, ma farebbe comodo a tantissimi club italiani: perché non investire 6-7 milioni per assicurarselo?

Lo Zenit di Luciano Spalletti vuole Alessandro Diamanti. La notizia è di ieri e sembra essere tutt'altro che una boutade. Il 29enne trequartista di Prato sta vivendo un'altra stagione importante e ha forse l'ultima occasione per firmare un contratto molto ricco e togliersi la soddisfazione di disputare la Champions League, ragion per cui potrebbe essere invogliato ad accettare la proposta dei russi, quando questa sarà ufficializzata.

Riportare Balotelli in Italia è stata definita un'operazione utile per tutto il calcio italiano, al quale un campione come SuperMario non può che regalare ulteriore visibilità. Lasciar scappare uno dei talenti più brillanti però, sarebbe un clamoroso controsenso. Vada per i Thiago Silva e i Lavezzi, avvicinati da cifre fuori portata per i club italiani, ma non per Diamanti.

Il cartellino del giocatore del Bologna costa circa 6-7 milioni di euro, una cifra sicuramente alla portata di tutti i top club italiani, nessuno escluso. L'Inter ha recentemente pagato 11 milioni (più bonus) Kovacic, la 3 per Wolski, la Juventus 9 per Isla. Insomma, cifre che lasciano intendere come Diamanti potrebbe accaparrarselo anche una società italiana, senza bisogno di sceicchi e petroldollari.

E' giusto investire sui giovani, ma se si vuole far bene anche nell'immediato futuro, giocatori come Diamanti non possono essere ignorati. Del resto, anche in occasione dei recenti Europei, 'Alino' ha dimostrato di non perdersi non appena chiamato a calcare i palcoscenici più prestigiosi.

Big d'Italia: davvero non vi serve un giocatore così?

Sullo stesso argomento