thumbnail Ciao,

Napoli e Fiorentina sono state le regine di questa sessione di mercato, che vede promosse anche Inter e Milan. Deludente la Juve, totalmente immobile la Roma, male le genovesi.

La finestra invernale di calciomercato si è conclusa, con la solita corsa all'acquisto dell'ultim'ora. Dopo un mese di voci, trattative, operazioni concluse e saltate, tiriamo le somme e diamo i voti ai club di Serie A: dall'immobilismo della Roma, all'attivismo spropositato del Genoa, arrivando fino ai colpi di Milan, Fiorentina e Napoli, vere protagoniste della sessione di gennaio.

ROMA: VOTO 0

Il mercato giallorosso è stato davvero poverissimo, con l'aggravante della pantomima finale legata a Stekelenburg. Torosidis il “botto” del mercato di gennaio, dà l'idea della sua pochezza tecnica.

LAZIO: VOTO 1

Pereirinha arriva, Zarate resta, Felipe Anderson salta. Solita rosa extralarge e nessun vero rinforzo per Petkovic che, invece, avrebbe gradito almeno qualche alternativa di livello. Il mercato di riparazione a Lotito è tradizionalmente indigesto, invece questa era un'occasione da sfruttare per sognare in grande.

JUVENTUS: VOTO 2

Peluso non si può dire che abbia cominciato alla grande, anzi, ha fatto più danni della grandine. Si cercava un bomber vero, è arrivata una fotografia sbiadita. Fino all'ultimo ad elemosinare un attaccante, ma non è periodo di carità...

GENOA: VOTO 3

L'ennesima rivoluzione che lascia la sensazione di non avere una strategia chiara e condivisa. Acquisti ad... casaccio, diciamo pensando al maestro Scoglio ma dicendolo in maniera più fine. In arrivo buoni giocatori, ma nessuno che possa dare quel qualcosa in più per fare il salto di qualità. Alla fine i migliori acquisti sono stati Borriello e Immobile.

SAMPDORIA: VOTO 4

Che Sansone porti la forza dei suoi capelli, questo almeno è quello che si augurano i tifosi blucerchiati. Anche in questo caso, il colpo migliore è stato messo a segno in casa, resistendo alle sirene milionarie che fino all'ultimo hanno cercato di sedurre Icardi...

TORINO: VOTO 5

Pochi arrivi, ma mirati. Soprattutto Barreto, inseguito, corteggiato e convinto. Si inserisce in un gruppo che ha già dimostrato di funzionare, soprattutto grazie a Ventura. E proprio Ventura ha insistito per avere il brasiliano a Torino, dunque bisogna fidarsi. Jonathas metterà ancora più pepe a Bianchi e Meggiorini.

PALERMO: VOTO 6

Sufficienza sulla fiducia per Lo Monaco, ma se il Palermo aveva bisogno di una ventata d'aria fresca, il suo Direttore Generale ha portato la bora tanto cara al Presidente. Sorrentino, uno dei portieri più affidabile della Serie A, è il colpo più importante. La salvezza, d'altronde, si costruisce innanzitutto blindando la porta, nella speranza che là davanti, uno dei tanti carneadi portati in Sicilia, la butti finalmente dentro.

INTER: VOTO 7

Ha venduto alla grande, ha comprato tanto. Se bene, lo dirà il campo. L'operazione Kovacic però intriga, Kuzmanovic per rapporto/qualità prezzo sembra un acquisto a rischio zero e resa sicura, Schelotto è perfetto per arare la fascia. Certo Sneijder era un'altra cosa, ma questo è il nuovo corso e ci si dovrà abituare.

MILAN: VOTO 8

Non solo Balotelli, ma anche Zaccardo (jolly della difesa) e Salamon (prospetto per il futuro). A voler fare i pignoli, a centrocampo resta la lacuna, ma considerati i tempi che corrono, c'è da leccasi i baffi...

FIORENTINA: VOTO 9

Tante scommesse, ma anche tanta lungimiranza. Dopo il mercato intelligente di quest'estate, la Viola si ripete: se Rossi tornerà ad essere quello che era, e Sissoko la prima piovra bianconera, allora chi punta alla Champions dovrà dare un occhio anche dietro (per il momento...).

NAPOLI: VOTO 10

Nessuno ha Cavani, Hamsik, Pandev e Insigne. A loro si sono aggiunti Rolando, Armero e Calaiò. Usato sicuro, e pronto, per grandi traguardi, a cui si aggiunge il giovane Radosevic. Fosse arrivato anche Icardi, sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta. Già così, comunque, è un Napoli da scudetto che, sulla carta, il gap con la Juve, qualora ci fosse davvero, se l'è divorato.



Sullo stesso argomento