thumbnail Ciao,

Difficile restare insensibili davanti ad un’offerta da 35/40 milioni che di fatto, per un centrocampista, rappresentano una tentazione quasi irresistibile.

Guardiola al Bayern per qualche giorno è stata una notizia sorprendente, adesso comincia a diventare una realtà preoccupante. Ora tutti si sono accorti della superpotenza tedesca: quella economica la si conosceva, quella tecnica avevamo cominciato ad apprezzarla, ma dopo l’arrivo del tecnico catalano c’è da fare i conti anche con quella d’immagine.

La Bundesliga, di per sé già un torneo decisamente apprezzabile dal punto di vista tecnico-tattico, comincia a diventare attraente anche da quello mediatico. Per intenderci, un giocatore che – forse – prima dell’annuncio di Pep ci avrebbe pensato un attimo prima di accettare un’offerta da un club teutonico, ora sa che la cassa di risonanza è decuplicata. Per almeno due partite avrà gli occhi del Mondo addosso e, poi, chissà…

Tutto il movimento tedesco trarrà beneficio dall’acquisto dell’anno, su questo ci sono pochi dubbi. Ma non è tutto perché – come dicevamo – le casse del Bayern – grazie ad un’oculata gestione - sono rigonfie e pronte ad esaudire ogni desiderio del nuovo arrivato.

LA STAGIONE DI ARTURO VIDAL
17 Presenze in campionato
5 Goal in campionato
9 Presenze nelle coppe
4 Goal nelle coppe
10 Cartellini gialli
Convinzione personale, Pep non stravolgerà, soprattutto il primo anno, ma qualche innesto è nella normale logica di un avvicendamento in panchina, così come sarà inevitabile puntare su giocatori che conosce bene, magari non tanto per averli avuti (perché comprare dal Barça non sarà una passeggiata di salute) ma per averli affrontati sul campo o averli ammirati in campionati rimasti nel cuore. La Serie A, per esempio…

Non ci stupiremmo, insomma, se Guardiola decidesse di venire a fare un po’ di shopping in Italia: d’altronde, oltre ad essere un grande intenditore di calcio, di noi sa tutto, anche che – oggi – qui i saldi sono all’ordine del giorno.

Così, non stupiscono i primi chiacchiericci su possibili obiettivi di casa nostra. Vidal, per fare uno nome, uno con il quale – tra l’altro – il Bayern ha un conto aperto: “Non è un mistero che Vidal ci piaceva – aveva dichiarato Rummenigge qualche tempo fa – ma purtroppo il Leverkusen non ha voluto venderlo in Germania. Noi abbiamo offerto di più della Juventus, lo so per certo, ma ha prevalso la posizione del club”.

I chiacchiericci, dicevamo, parlano di un’offerta già pronta di 35 milioni. Una prima offerta. Per un club che l’estate scorsa ha messo sul piatto 40 milioni per Martinez, non sarebbe certamente un problema arrivare a quelle cifre.

Chiaro che, per ora, si tratta semplicemente di un “pourparler” ma saremmo curiosi di vedere la faccia di Marotta qualora quel fax dovesse realmente arrivare sulla sua scrivania. Vidal è un guerriero, adoriamo il suo stile di gioco e la sua indomita grinta, ma vale quelle cifre?

Difficile restare insensibili davanti ad un’offerta da 35/40 milioni che, per un centrocampista, rappresentano una tentazione quasi irresistibile. Soprattutto quando in rosa hai già il sostituto pronto a farne le veci e, forse, andare pure oltre…

Già, perché il Pogba ammirato finora è sicuramente discontinuo, ha tutti i difetti della giovane età, ma ha il destino già segnato. Ricordate quando la Juve decise di privarsi di Baggio? Una scelta ai tempi giudicata incomprensibile e frettolosa, rivelatasi successivamente una delle più azzeccate.

Senza l’ombra del codino, è spuntato il ciuffo di un pezzo di storia ancora largamente rimpianto. O, se volete, sempre per fare del revisionismo storico, un film già visto a Torino, quando era consuetudine (e necessario) sacrificare il big di turno per approntare la campagna acquisti (vi dice nulla Zidane?).

Tutto fila, Raiola permettendo (perché a breve comincerà a tessere la sua ragnatela chiedendo aumenti di ingaggio e simili). Non ci sono i soldi per il Top Player? A finanziarlo potrebbe pensarci Vidal. Un’ipotesi molto meno fantasiosa di quanto possa sembrare…

Sullo stesso argomento