thumbnail Ciao,

Alexandre Pato sembra ormai ad un passo dal Corinthians. Se il 'Papero' deciderà di tornare in patria, la sua avventura europea sarebbe un vero fallimento!

Di conferme e smentite, nei prossimi giorni, ne arriveranno tante. Ad oggi però i ben informati garantiscono: Alexandre Pato si trasferirà al Corinthians entro la fine di gennaio. Anzi, probabilmente nei primi giorni del nuovo anno.

La notizia è stata confermata anche dalla dirigenza del Timao, fresco Campione del Mondo, che ha deciso di regalarsi così un rinforzo di lusso. Ma perché Alexandre Pato accetterà di tornare in Brasile? Saudade? Non basta. Ragioni economiche? Niente affatto. Il 'Papero', a settembre, ha compiuto appena 23 anni, e pensare di decidere di tornare nel calcio che lo ha lanciato appare come un clamoroso autogoal.

Pato lascerebbe l'Europa senza lasciare il segno: ha vinto solo uno Scudetto e realizzato appena 6 reti in Champions
Il calcio brasiliano - è vero - è in crescita. Ma, come sempre accaduto da quando il pallone ha cominciato a rotolare, i calciatori brasiliani non appena riescono a dimostrare tutto il loro talento, sognano lo sbarco in Europa. Salvo, poi, tornare in patria per gli ultimi anni di carriera o, al massimo - come accaduto a Ronaldinho - attorno ai 30, ma dopo essersi comunque goduti il boom in Europa.

Pato, invece, sta decidendo di fare retromarcia ad appena 23 anni e senza aver conquistato nulla in Europa, eccezion fatta per uno Scudetto. Poco, troppo poco. E se è vero che la sua avventura con il Milan sembra ormai al capolinea e difficile da far ripartire, non gli sarebbe certo venuto difficile trovare una pretendente in Europa disposta a pagare 15 milioni di euro al Milan. Non certo una cifra proibitiva se si pensa, ad esempio, che appena qualche mese fa Olivier Giroud è stato pagato dall'Arsenal proprio una cifra vicina a quella richiesta dal Milan per il 'Papero'.

Insomma, lasciare l'Europa per tornare in patria a 23 anni è un fallimento. Un fallimento per l'uomo, ancor più che per il calciatore. Rientrare in Brasile senza aver lasciato il segno nel Vecchio Continente è una scelta che lascia perplessi. L'Italia lo ricorderà sempre come "il più fragile attaccante della storia", l'Europa come una meteora in grado di mettere insieme appena 6 goal in Champions League. Appena uno in più di quelli realizzati da Messi in una sola partita meno di un anno fa.

I NUMERI DI PATO IN CAMPIONATO CON IL MILAN
STAG SQUADRA PARTITE GOAL MEDIA
07/08 Milan 18 9 0.50
08/09 Milan 36 15 0.42
09/10 Milan 23 12 0.52
10/11 Milan 25 14 0.56
11/12 Milan 11 1 0.09
12/13 Milan 4 0 -

Se è vero che forse qualcuno esagerava nell'indicare il 'giovane' Pato come un imminente Pallone d'Oro, è altrettanto vero che nessuno si sarebbe aspettato un epilogo così mesto. Perché, se come pare, Pato accetterà l'offerta del Corinthians, la sua avventura europea si concluderà nel peggiore dei modi e la sua carriera farebbe un triplo salto all'indietro.

Rimettersi in gioco in Europa potrebbe essere la migliore soluzione per rilanciarsi nel calcio che conta. Finire presto nel dimenticatoio, restando in Brasile, appare come qualcosa in più che una remota possibilità.

Sullo stesso argomento