thumbnail Ciao,

Questa sera la Roma affronterà il suo 'aeroplanino', ex bomber ed ex allenatore: Vincenzo Montella, oggi allenatore della Fiorentina

Rieccolo lì. All'Olimpico. In quello stadio che 11 anni fa gli regalò la gioia più grande della sua carriera e che 3 anni fa ne salutò l'ultima apparizione con pantaloncini e scarpette da calciatore. Quello stesso stadio che lo ha accolto per il debutto assoluto nei panni di allenatore e che, ancora adesso, lo ama.

LA FIORENTINA DI MONTELLA
15 Partite stagionali in campionato
29 Punti raccolti
8 Vittorie
5 Pareggi
2 Sconfitte
1.93 Media-punti a partita
Stasera Vincenzo Montella entrerà da avversario in quell'Olimpico che per tanti anni è stato la sua seconda casa. Non sarà la prima volta. Accadde già lo scorso anno quando l'Aeroplanino sedeva sulla panchina del Catania. Ma stavolta sarà speciale. Perché stavolta la sua Fiorentina contende proprio alla Roma la posizione di classifica e perché, soprattutto, se in estate tutto fosse andato come da pronostico, Montella alle 20.45 sarebbe andato a sedersi sull'altra panchina, quella che ospita i padroni di casa.

Invece, a guidare la squadra giallorossa, ci sarà Zdenek Zeman. Da qualcuno 'odiato', da molti amato. Chi lo ama al di sopra di ogni risultato sono i tifosi giallorossi che gli hanno sempre perdonato tutto. Zeman sta svolgendo un buon lavoro sulla panchina della Roma e la squadra sta iniziando anche a dare le risposte che il tecnico boemo aspettava da mesi.

Ma nessuno riesce a non pensare a Ciò che poteva essere' - per dirla coi Gemelli Diversi - con Vincenzo Montella sulla panchina. Un leit-motiv che riecheggia spesso. Riecheggia ogni qual volta la Roma perde. Riecheggia ogni qual volta la Fiorentina dimostra di essere la squadra più bella d'Italia, Juventus a parte.

Domani Vincenzo Montella sarà accolto, come di consueto, tra gli applausi. Applausi d'affetto, applausi di stima. Per un grande calciatore, un bravo allenatore ma soprattutto un uomo leale e mai sopra le righe, in grado di farsi volere bene ovunque, da Londra a Catania, da Firenze a Genova. Ma soprattutto a Roma.

Le strade di Montella e della Roma si ricongiungeranno. "Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano", canta Venditti. Già, proprio lo stesso di 'Grazie Roma'.

Sullo stesso argomento