thumbnail Ciao,

Con vari tipi di aiuto i rossoneri sembrano quasi guariti dalla 'malattia' di inizio stagione. Con un po' di zucchero la pillola va giù. E in questo momento lo zucchero è El92...

Partiamo con il dire che il primo goal di El Shaarawy era in fuorigioco e che l'espulsione di Barrientos é stata corretta. Partiamo con i due episodi che hanno cambiato una partita che senza di essi nessuno sa come sarebbe finita.

I primi quarantacinque minuti, più circa quattro, avevano raccontato di un Milan prevedibile e lento che aveva fatto un passo indietro rispetto alle ultime apparizioni. Avevano raccontato di una squadra che in trasferta deve sempre andare sotto almeno di un goal. Aveva raccontato delle solite amnesie sui calci d'angolo.

LA PARTITA | CATANIA-MILAN 1-3

TIRI
IN PORTA
POSSESSO
ANGOLI

CARTELLINI

FUORIGIOCO

CATANIA
4
2
32%
3
3
1

MILAN
13
7
68%
3
4
6

Poi tutto é cambiato. Certo per le decisioni arbitrali ma anche perché il Milan dei secondi tempi é sempre migliore di sé stesso. Il Milan é stato bravo ad "approfittare" della situazione ed é stato bravo nel portare a casa una partita su un campo molto difficile. Il tutto è stato certamente  più semplice dopo pareggio ed espulsione ma é anche vero che non sempre la squadra in superiorità numerica riesce a rimontare e vincere e che il Catania ha fatto un solo tiro in porta, il goal.

Il Milan é ancora convalescente. Non ha ancora smaltito in pieno la "malattia" di inizio stagione e qualche sintomo ancora lo manifesta. La cura,  favorita forse anche dalla ritrovata vicinanza della società, sta però dando segnali importanti. Disattenzioni, non la continuità che ci vorrebbe, non la cattiveria sotto porta che certe situazioni richierebbero, ma anche una capacità di reazione alle difficoltà ed una capacità di rialzarsi dopo lo svantaggio che non sono cose da tutti e soprattutto che, solitamente, non sono proprie di squadre giovani e rinnovate. Con un poco di zucchero la pillola va giù. E in questo momento lo zucchero del  Milan si chiama El Shaarawy.

Napoli, Juventus e Catania. Sembravano scogli insormontabili ed invece il Milan ha conquistato sette punti, con la migliore striscia di risultati dall' inizio di questa stagione. Ora non é il momento di fermarsi. La cura va avanti, bisogna guarire definitivamente e provare a dare un senso a questo campionato provando  a conquistare un terzo posto che da impossibile, pur rimanendo lontano e difficile, sembra diventato un obiettivo per il quale vale la pena provare a lottare.

Sullo stesso argomento