thumbnail Ciao,

Ennesima sconfitta per il Sydney ed ennesima giornata triste per un Del Piero mal sostenuto da una squadra di livello scadente. Alex avrebbe meritato di più...

Vederlo lottare, praticamente da solo, contro squadre decisamente superiori alla sua, trasmette amarezza. Alessandro Del Piero, da sempre abituato a lottare per vincere campionati e trofei, prima d'ora non era mai stato costretto a sopportare l'onta di vedere la propria squadra all'ultimo posto della classifica.

Il suo Sydney, invece, nonostante le buone prestazioni di 'Pinturicchio', è lì, malinconicamente in coda con appena 6 punti racimolati in 8 giornate. Gli 'Sky Blues', questo il soprannome della compagine con la quale Del Piero ha deciso di proseguire la carriera dopo il divorzio con la Juve, dispongono di un organico decisamente debole, persino per modesto il campionato australiano.

I NUMERI DEL SYDNEY
6 I punti in classifica
2 Le vittorie
0 I pareggi
4 Le sconfitte
12 I goal fatti
22 I goal subiti
E così, Alex, pur essendo riuscito a mettere a segno già 5 reti, sembra lottare contro i mulini a vento. Gli avversari non si chiamano certo Nesta e Thiago Silva, ma riuscire a far tutto da soli è difficile anche contro difensori 'modesti'. Spesso abbandonato al proprio destino, Del Piero è costretto a rincorrere palloni impossibili o ad inventarsi letteralmente delle azioni per poter farsi notare.

Nella realtà australiana, Del Piero si è calato con l'umiltà che lo ha sempre contraddistinto. Persino in un campionato di livello decisamente inferiore  alle proprie abitudini. E con quella stessa umiltà, Alex corre, lotta e sgomita, implorando con gli occhi i compagni di sostenerlo. Ma dalla prima partita ad oggi, poco è cambiato.

Chissà se, invece, 'Pinturicchio' non abbia cambiato idea e non si sia pentito di aver detto sì al Sydney FC. Se è vero che la decisione di trasferirsi in Australia è stata una scelta di vita, è altrettanto vero che per Del Piero, il calcio è vita. Risulta davvero difficile pensare che l'ex capitano bianconero possa riuscire a godersi la 'vacanza australiana' a 360°, se amareggiato dai risultati calcistici.

Amareggiati, in realtà, lo siamo anche noi. Alex non merita di vivere giornate come questa, in cui il Fyfe o il Boogaard di turno possano permettersi di arginarlo senza difficoltà perché scarsamente assistito da una squadra che, a cominciare dall'imbarazzante portiere Necevski, farebbe fatica a ben figurare persino in Lega Pro.

Riuscite ad immaginare Del Piero ultimo in classifica in Lega Pro? Ecco. Sta succedendo proprio qualcosa di simile. E al pensiero che avremmo potuto vederlo ancora calcare, con risultati sicuramente brillanti, i campi di serie A ci assale la malinconia...

Sullo stesso argomento