thumbnail Ciao,

La Juventus manca in Champions League dalla stagione 2009/2010. Allora era finita male, oggi molto è cambiato rispetto ad allora.

Qualche settimana fa una dichiarazione di Marcello Lippi fece sobbalzare i più dalla poltrona: “La Juventus in Europa è inferiore solo a Barcellona e Real Madrid”. Sarà vero? Difficile dare una risposta prima che il campo, insindacabile esecutore della verità, ci faccia sapere se l’ex Ct ci abbia visto giusto o meno. Noi cerchiamo intanto di capirci qualcosa, andando a fare il punto della situazione.


Questa è una Juve completamente rinnovata rispetto a quella del 2009/10

La Juventus manca in Champions League dalla stagione 2009/2010. Allora era finita male, con i bianconeri eliminati nel girone iniziale per mano di Bordeaux e Bayern Monaco. Il ricordo dell’ultima partita del gruppo, che vide la squadra allenata da un ancora acerbo Ciro Ferrara soccombere, in casa, proprio contro i tedeschi, è ancora vivo nei ricordi dei tifosi. Di quella Juventus, adesso, è rimasto poco o nulla. Tolti Buffon e Chiellini, di fatto, la squadra adesso è di tutt’altra qualità e quantità. Per cui di materiale per ben figurare nella massima rassegna continentale ce n’è.

Real Madrid e Barcellona sono certamente più forti dei bianconeri. Non stiamo qui neppure a discutere la cosa. Senza troppi giri di parole, basta fare due nomi: Cristiano Ronaldo e Messi. La Juventus purtroppo non li ha, e non c’è alcun giocatore tra i bianconeri che si possa avvicinare, per qualità, ai due migliori del mondo. Su questo non ci piove. E’ vero, un calciatore da solo non fa vincere una squadra (di Maradona ce n’è stato uno solo), ma è sufficiente andare a guardare il resto delle rose a disposizione di Mourinho e Vilanova per rendersi conto di tutto ciò.

Ci sono altre squadre migliori di quella dei bianconeri? Il discorso è un po’ complesso da affrontare ma andiamo a scorrere l’elenco e proviamo a valutare insieme. Considerati vari fattori, di qualità e quantità della rosa, di esperienza in campo europeo, di consapevolezza della propria forza, al momento vediamo tre clubs superiori alla Juventus: Bayern Monaco, Manchester City e Manchester United, in rigoroso ordine alfabetico.

Partiamo dai bavaresi. Quella passata è stata la classica annata che un tifoso di calcio non vorrebbe mai aver vissuto: per ben tre volte su tre il Bayern è difatti arrivato al secondo posto. Sia in campionato, che in Coppa di Germania che, soprattutto, in Champions League, dove la finale persa tra le mura amiche contro il Chelsea crea ancora disturbi al sonno di qualcuno. Riprovare a vincere è obbligatorio, alla luce della voglia di riscattarsi e visti anche i rinforzi giunti nel corso del mercato appena concluso. Gli arrivi di Javi Martinez, Shaqiri , Mandzukic e Pizarro rappresentano i giusti tasselli per migliorare ancor di più una squadra di per sé già parecchio competitiva.

Il Manchester City nella scorsa Champions ha pagato dazio all’inesperienza, uscendo nel girone eliminatorio. Nel frattempo, però, è arrivata la vittoria in Premier League che ha fornito ai “citizens” quella sicurezza nei proprio mezzi di cui prima si avvertiva la mancanza. Per una volta, inoltre, è stato fatto un mercato intelligente, non dettato dalla voglia di spendere e spandere, ma basato sull’equilibrio. Del resto, gli uomini a disposizione di Mancini già la scorsa stagione erano tra i migliori del calcio europeo. Questo può esser dunque l’anno buono per consacrarsi in Champions.

Lo United è anch’esso reduce da un’annata negativa, con la Premier sfuggita sul filo di lana, e soprattutto la clamorosa eliminazione dalla Champions League nella fase a gironi. Chi segue il calcio sa che Sir Alex non fallisce mai due volte di seguito. Inoltre quest’anno ci sono due elementi come Kagawa e Van Persie che potranno dare quel qualcosa in più, utile a contribuire alle fortune europee dello United.

Tolte queste squadre, nessuna delle altre ci pare superiore alla Juventus. Che può vantare dalla sua una difesa affiata e rognosa da affrontare ed un centrocampo, quello sì, da podio continentale. Se poi Vucinic dovesse continuare su certi livelli, ci sarebbe di che divertirsi per i tifosi delle ‘Vecchia Signora’. A far difetto potrebbe essere l’esperienza, ma calciatori come Buffon, Chiellini, Barzagli e Pirlo potranno dare una


Quella di Conte è realisticamente una squadra da semifinale

grossa mano in questo senso. La squadra è comunque ben rodata ed in continua crescita, e nel pieno del fulgore fisico. Ma soprattutto ha fame di vincere in Europa, quella stessa fame che, lo scorso anno, ha fatto la differenza in Serie A.

Dire adesso se la Juventus può candidarsi senza problemi alla vittoria della Champions League è cosa ardua. Del resto parliamo di una competizione che, a prescindere dal valore delle singole squadre, è spesso foriera di sorprese. In particolare dagli ottavi in poi, con gli scontri diretti, ogni risultato sarà possibile. La scorsa edizione, col Chelsea vincitore a sorpresa, ci ha fornito parecchi esempi in proposito. In teoria, dunque, i bianconeri potrebbero anche vincere la Coppa. Più realisticamente, però, i ragazzi di Conte potrebbero invece arrivare alle semifinali, e lì dipenderebbe tutto da una combinazione di fattori: avversario, stato di forma, fortuna. Poi, nel calcio tutto può succedere, e questo lo sappiamo, sia nel bene che nel male.

Sullo stesso argomento